Lettera Aperta ai Segretari Regionale e Provinciale.

Avenza, 29 maggio 2014 

Il Circolo del Partito Democratico “Avenza Ovest, Battilana, Fossone” si dissocia dalle affermazioni del Signor Musoni, prodotte tramite stampa e in particolare esprime al Sindaco solidarietà, fiducia e scusa.

Il Circolo chiede poi agli Organi direttivi comunali del Partito di sottoporre al Collegio dei “ProbiViri” la valutazione dei comportamenti del Signor Musoni e la loro compatibilità con i principi a cui si ispira lo Statuto.

Si crede infatti che la libertà di espressione assicurata a tutti gli iscritti non possa mai scadere nell’ingiuria e la dialettica politica prescindere dal rispetto dovuto alle persone

Cordiali saluti.

Il Segretario

Riccardo Bertoloni

ORTO URBANO

Nell’ultima riunione di Circolo di Mercoledì 30/04/2014 un gruppo di cittadini appartenenti alla lega di Avenza , rappresentati dal Sig.Ernesto Fazzi, ci ha illustrato un’iniziativa sicuramente lodevole, che ci piace segnalare e far conoscere. Ossia, la realizzazione di uno o più ORTI URBANI. Tralasciando l’aspetto per così dire tecnico sul come realizzarli, vorremmo focalizzare l’attenzione sull’aspetto sociale , che tale progetto ricopre. Attraverso le coltivazioni ortofrutticole, è possibile recuperare quei terreni  abbandonati e diventati discariche a cielo aperto, che in breve tempo diventano aree adibite alla costruzione. Consentire ai cittadini di preservare dall’abbandono e dal degrado il territorio , permetterebbe di risvegliare quel senso di appartenenza ad un nucleo urbano,ormai perso da molto tempo. L’idea iniziale nata per coinvolgere gli anziani, è una proposta  degna della massima attenzione, ma accostarla alle scuole elementari ne rafforzerebbe la valenza.

CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA’

CONSULTA DELLE PERSONE CON DISABILITA’
…………………………………………………………….
EVENTO A CARRARA:  SABATO 12 APRILE  ORE  9,40
C/O  SALA  MARMOTECA  FIERA MARMO MACCHINE 
INGRESSO DA  VIALE GALILEI   –  MARINA DI CARRARA
 
INCONTRO  CON IL PROF.  TOSCHI  MASSIMO
 
referente  del Presidente della regione toscana Enrico Rossi per la cooperazione internazionale e per i diritti delle persone disabili
 
Tema dell’incontro: ” ABILI PER AVERE I NOSTRI DIRITTI”
 
Il Prof Toschi si racconta:
 
« In tre anni e mezzo ho fatto circa quaranta viaggi, dall’Iraq alla Libia, dal Sudafrica al Burkina, da Israele alla Palestina, dall’Eritrea ai Balcani e all’Algeria. 
Mia moglie muore nel 2002,  davvero angelo della pace nel Mediterraneo, come qualcuno l’ha voluta ricordare.
E la consegna è diventata ancora più stringente, come dire sigillata per sempre dall’intercessione di mia moglie. 
Quando mi sono trovato dinanzi a Mandela o a Tareq Aziz, a Peres o ad Arafat, a Clinton o a Declerq,  quando ho parlato con amici come Romano Prodi o Kalida Messaoudi,  ho pensato che io ero solamente il prestanome delle vittime, in particolare i bambini, quelli che pagano sempre il prezzo più alto della stoltezza del mondo
È anche perché  sono disabile  che penso che la guerra, ogni guerra, va rifiutata e condannata senza se e senza ma, perché ciò che porta il mondo sull’abisso è la violenza, la giustificazione della forza, quasi che i deboli e i piccoli non abbiano che una cittadinanza di serie B. 
E allora ci può essere un disabile per la pace, anzi la mia disabilità mi ha insegnato che c’è una unica forza che salva il mondo:  la forza della mitezza, che fa dei poveri i maestri della pace
 
 
 
Avere il Prof Toschi a Carrara è un’occasione unica per ascoltare una persona che della sua vita ha fatto testimonianza concreta a difesa della pace nel mondo e a difesa dei diritti delle persone con disabilità.
Ascoltare e parlare con lui può essere l’occasione per sentirsi meno soli in questo cammino ancora lungo e difficile.
 
Cerchiamo di essere in tanti.
La Consulta delle Persone con Disabilità

Le vostre opinioni

Cosa ne pensate della mossa di Matteo Renzi? La scelta del segretario era una scelta obbligata o avrebbe potuto agire in un altro modo?
Ora il problema di Matteo Renzi è mantenere la sua carica innovativa a capo di un governo di larghe intese, ce la farà a non farsi “imbrigliare?”
 Matteo-Renzi-VF-47-2012_470x305